Sai dirlo con i fiori?

Nel rito funerario, sia esso praticato attraverso l’inumazione oppure la cremazione, i fiori hanno sempre avuto un ruolo importante fin dalla preistoria. Originariamente il loro significato magico-religioso era prevalente rispetto a quello ornamentale-estetico, ma esprimevano ed esprimono comunque il tributo e l’adesione di chi sopravvive nei confronti del defunto. Lo accompagnano nell’ultimo viaggio recando intrinsecamente un messaggio simbolico di morte e resurrezione in un’altra vita, non più corporea ma spirituale. Accanto a questo valore ne esiste poi un altro, spesso molto avvertito, di espressione di uno status symbol, per cui un funerale ricco di omaggi e decorazioni floreali testimonia la popolarità del defunto o il suo elevato grado socio-economico. Del resto anche la sepoltura vera e propria manifesta da sempre l’importanza che il defunto ha avuto in vita rivelando l’intenzione di eternarne nei secoli il ricordo. Basti pensare alle imponenti sepolture del passato quali le piramidi dei faraoni egizi, i mausolei degli imperatori romani e dei sovrani medioevali e le spesso vistose cappelle di famiglia nei cimiteri dei nostri tempi.

corona fiorista Tecnica

La corona, una composizione circolare di varie dimensioni.

TRADIZIONI, FORME ED ESPRESSIONI
In Italia esistono differenze regionali perpetuate nel tempo che spesso tramandano usanze antiche delle quali bisogna tenere conto realizzando opere di arte funeraria floreale. Anche il nostro Paese, profondamente permeato dalle credenze cristiane e cattoliche, sta diventando tuttavia sempre più multietnico, avendo accolto immigrati provenienti spesso da culture molto lontane quali l’America latina, l’Africa, il Medio Oriente, la Cina. Tutto questo ci porta a essere molto attenti alle richieste di chi ci commissionerà delle opere di arte floreale funeraria dovendo rispettare la mentalità, le credenze, il costume, le usanze e la volontà personale dei parenti e del defunto. Per questa ragione non è possibile, trattando di arte funeraria, proporre modelli univoci applicabili in ogni circostanza, data l’estrema varietà di forme ed espressioni esistenti anche solo tenendo conto della diversità delle tradizioni locali nelle varie regioni d’Italia.

LE COMPOSIZIONI FUNEBRI
Possiamo tuttavia rinvenire tipologie ricorrenti negli omaggi floreali funerari più in uso nel nostro Paese e di cui ora vedremo le caratteristiche, la destinazione e il significato. Solitamente nella costruzione delle composizioni funerarie si utilizzano fiori al massimo grado di maturazione, che possano quindi esprimere al meglio tutto il proprio valore simbolico ed estetico, tenendo conto che la loro durata deve essere commisurata alla brevità dell’evento.

Cofano o copricassa
Destinato a essere collocato sopra il cofano, copre l’intera lunghezza. È la composizione più importante, al centro dell’attenzione in quanto destinata a segnare sotto di sé la presenza del caro estinto.

Mezzo cofano
Collocato sopra il cofano, ne occupa solo circa metà lunghezza. È una forma espressiva meno appariscente e più sobria, che può essere anche economicamente meno dispendiosa.

Corona
È una composizione circolare ad anello che simbolicamente esprime il concetto di gloria, ciclicità, morte e rinascita. Di grandezza diversa, accompagna il defunto solitamente appesa in verticale ai lati e posteriormente all’autofunebre.

cofano Tecnica ed informazioni dalle aziende

Una composizione per cofano, chiamata anche copricassa.

Cuscino
Realizzato in dimensioni, forme e stili diversi, anche per il suo possibile duplice utilizzo: può essere appeso in verticale ai lati dell’autofunebre oppure adagiato orizzontalmente sul cofano, in sostituzione del copricassa. Può quindi essere realizzato con fiori montati a secco su un apposito fusto oppure con riserva d’acqua su base di spugna in apposita gabbia quando la composizione è destinata a durare maggiormente nel tempo venendo depositata sul tumulo dove è inumata la salma.

Cuore
Particolare tipo di cuscino a forma di cuore, talora spezzato nel disegno floreale, è simbolo di affetto, dedizione, amicizia, amore infranto. Può essere appeso in verticale o adagiato sul cofano, quindi realizzato con fiori montati a secco su un’apposita base oppure con riserva d’acqua su base di spugna sagomata a cuore in apposita gabbia.

Croce
Composizione a forma di croce che può essere realizzata in diverse dimensioni su un’apposita base di spugna idrofila e può essere anche dotata di un sostegno per l’esposizione in verticale.

Mazzo su spugna
Realizzato su base di spugna a riserva d’acqua, riproduce la forma di un mazzo di fiori appoggiato in orizzontale.

Cesto
Si tratta di una composizione floreale realizzata in un cesto, su base di spugna a riserva d’acqua e quindi destinata a durare più a lungo.

Composizione floreale
Adatta a decorare la camera ardente dove è esposta la salma per essere visitata da parenti e amici in attesa del funerale.

Composizione per urna cineraria
Data la frequenza sempre maggiore della pratica della cremazione, esistono anche nuovi tipi di decorazione floreale adatti a contenere l’urna con le ceneri del defunto.